Consegna Raccolta Fondi Avis Amatrice – Natale Avisino 2017

All’insegna dell’amicizia abbiamo vissuto venerdì scorso il tradizionale Natale Avisino, con la partecipazione dei rappresentanti delle sezioni Avis di Amatrice e di Carpi, località rispettivamente colpite dai terremoti dell’estate 2016 e del 2012, che nei momenti più difficili hanno trovato una mano pronta al dono solidale grazie anche alla vicinanza delle Avis bresciane.

L’augurio. «Vivere una prospettiva di pace e tolleranza, di reciproco rispetto, dati dal donare con amore»: questo il primo augurio ai numerosi presenti, uomini e donne accomunati dal desiderio di farsi vicini a chi ha bisogno con il dono di sangue, da parte del nostro presidente provinciale Gabriele Pagliarini. «Essere avisini significa mantenere la nostra appartenenza alla comunità, dichiarandoci disponibili, non solo alla donazione di sangue, ma anche alle varie necessità di quanti vedono in noi un aiuto sereno, gratuito e generoso. Apriamoci alle relazioni umane con solidarietà, apriamo occhi e cuore nei confronti del prossimo» è stata l’esortazione natalizia del presidente, che ha fatto seguito con il suo intervento alle parole incoraggianti del provicario episcopale, monsignor Cesare Polvara, celebrante della Santa Messa.

Il dono di Natale alla comunità avisina di Amatrice, simboleggiato dalla consegna di un simil-assegno di plastica al vicesegretario Giorgio Nibbi (e in realtà più semplicemente trasferito con un bonifico), si quantifica in quindicimila euro: diecimila sono stati raccolti dall’Avis provinciale con il contributo delle Avis comunali, cinquemila sono stati offerti dal gruppo Avis A2A, destinati alla costruzione della nuova sede Avis andata distrutta dal sisma.

Alla cerimonia, con parole di gratitudine, ha preso parte anche il presidente dell’Avis di Carpi, Fabio Marani, nel ricordo dell’aiuto arrivato dagli amici bresciani dopo il terremoto del 2012, fondi che furono anche in quel caso destinati alla ricostruzione della sede dopo le devastazione provocata del terremoto nella località modenese.

Presenti alla serata anche le associazioni di volontariato vicine all’Avis: Croce Bianca, Aido, Admo, Ail e la dott.ssa Mirella Marini del Simt- AST Spedali Civili Di Brescia.