Ricerca anticorpi anti-Tripanosoma Cruzii e anticorpi anti-Malaria

Come previsto dall’allegato III del DM 2/11/2015 “Disposizioni relative ai requisiti di qualità e sicurezza del sangue ed emocomponenti”, recepito dalle Linee Guida per la selezione del donatore di sangue ed emocomponenti del DMTE della Provincia di Brescia del giugno 2016, i nuovi criteri di accettazione per la donazione di emocomponenti cellulari e plasma per uso clinico prevedono che:

1) i soggetti che hanno vissuto per un periodo di 6 mesi o più (continuativi) in zona endemica per la malaria in qualsiasi momento della loro vita non possono donare fino a quando non venga effettuato uno specifico test immunologico, con esito negativo, in quanto a rischio di essere diventati portatori asintomatici del parassita malarico;

2) i soggetti nati (o con madre nata) in Paesi dove la Malattia di Chagas o tripanosomiasi americana è endemica, o che sono stati trasfusi in tali Paesi, o che hanno viaggiato in aree a rischio (rurali) e soggiornato in condizioni ambientali favorenti l’infezione (camping, trekking) possono essere ammessi alla donazione solo in presenza di un test per anticorpi anti-Tripanosoma Cruzii negativo.

Pertanto tutti i donatori periodici o gli aspiranti donatori con le caratteristiche di cui sopra devono essere:

– giudicati temporaneamente non idonei alla donazione di sangue
– segnalati alla segreteria per effettuare lo specifico test immunologico

Si richiede di registrare tali donatori/aspiranti sul modulo “Foglio riammissione donatori sospesi e riammessi” in consegna la mattina della raccolta.

Eventuali chiarimenti saranno poi discussi durante i prossimi incontri informativi.