News

L’importanza di cancellare l’appuntamento

ASST del Garda ha lanciato la campagna di comunicazione “Ricordati di cancellare l’appuntamento” per informare i cittadini sull’importanza di disdire gli appuntamenti fissati. Si tratta di un primo passo molto importante per ridurre le liste di attesa per le prestazioni sanitarie. Cancellare un appuntamento significa infatti liberare il posto a favore di un altro cittadino.

ASST del Garda invierà nei prossimi giorni comunicazioni specifiche a quelle persone che, nel corso del 2019, hanno prenotato ma non usufruito di visite o esami. Dove necessario, sarà applicata una sanzione e le spese di gestione della pratica.

La normativa attualmente in vigore prevede che, in caso di mancata disdetta almeno 3 giorni prima dell’appuntamento, si possa sanzionare il cittadino. Secondo il D. Lgs. 124 del 29/04/1998, l’importo da pagare sarebbe pari al valore del ticket della mancata prestazione.

Alleghiamo la  locandina con i dettagli relativi.

Leggi

Chiusura per festività natalizie

Ricordiamo a tutti i donatori e le donatrici che durante le festività natalizie l’Unità di raccolta rimarrà chiusa il 25 e 26 dicembre 2019, ed il 1° e 6 gennaio 2020.

La segreteria dell’Avis Provinciale invece sarà aperta il 24 ed il 31 dicembre dalle 8.00 alle 13.00.

Il 25 e 26 dicembre 2019, ed il 1° e 6 gennaio 2020 rimarrà invece chiusa.

Un caro augurio di buone Feste a tutti!

Leggi

Il CNS sospende la prevenzione per la trasmissione della malaria in Grecia

Il Centro Nazionale Sangue ha emesso una circolare riguardante la sospensione dei provvedimenti preventivi per la trasmissione della malaria mediante trasfusione. Sono interessati i donatori che, dopo aver soggiornato in Grecia, hanno presentato anamnesi positiva. Si sono registrati infatti, in alcune aree della Grecia, casi autoctoni di malaria, con conseguenti provvedimenti di prevenzione introdotti in data 14 novembre 2018.

I donatori che, a partire dal 15 dicembre 2019, presentano anamnesi positiva dopo aver soggiornato nelle seguenti località:

  • municipalità di Tychero e Feres (Unità periferica di Evros)
  • municipalità di Echedoros (Unità periferica di Salonicco)

non devono essere sospesi.

La sospensione deriva dall’assenza di aggiornamenti dal parte dell’Hellenic National Public Health Organization (EODY).

In caso di nuove necessità, il CNS aggiornerà le sopracitate indicazioni.

Leggi

Chiusura della sede di Gavardo dal 24 gennaio 2020

AGGIORNAMENTO AL 31/12 Si comunica che l’UdR dell’Ospedale di Gavardo non sarà attiva dal 24 gennaio (e non dal 13 gennaio come da precedente comunicazione).

 

A causa di lavori strutturali da effettuarsi nella sede Avis di Gavardo (operante presso l’Ospedale “La Memoria”) necessari per ottenere l’accreditamento, la sede rimarrà chiusa per circa due anni.

Durante questo periodo le donazioni di Gavardo, attualmente effettuate il martedì ed il venerdì, saranno eseguite presso la sede Avis di Salò nelle medesime giornate. Per far fronte all’incremento di attività, presso la sede di Salò sono stati aggiunti alcuni locali di supporto. Inoltre l’ASST del Garda, per minimizzare i disagi ai donatori di Gavardo, metterà a disposizione un pulmino che effettuerà il trasporto Gavardo-Salò e viceversa, per due volte nell’arco dell’orario di esecuzione delle donazioni.

Pertanto, con decorrenza a partire dal 24 gennaio 2020, l’attività verrà svolta presso i locali della sede Avis di Salò, già accreditata ed operativa e pronta ad accogliere gli oltre mille donatori della sezione di Gavardo.

Leggi

West Nile Virus: sospese le misure di prevenzione dal 1 dicembre

A partire dal 1 dicembre 2019 sono sospese tutte le misure finalizzate alla prevenzione della trasmissione dell’infezione da West Nile Virus attraverso la trasfusione di sangue. La sospensione riguarda sia le misure adottate a livello locale che a livello nazionale. Il Centro Nazionale Sangue ha emanato una circolare nella quale viene sottolineata l’assenza di casi di malattia da circa il mese di novembre ad oggi. Sono quindi interrotti a partire da domenica 1 dicembre 2019 i provvedimenti messi in campo in precedenza.

Da tenere a mente per i donatori

Si ricorda che, per i donatori di sangue che hanno soggiornato anche brevemente negli Stati Uniti d’America e in Canada durante un qualsiasi periodo dell’anno corrente, si applica una sospensione dalla donazione della durata di 28 giorni. Per ulteriori informazioni sulle eventuali sospensioni dalla donazione a seguito di un viaggio all’estero si può consultare l’articolo “Il donatore viaggiatore” al seguente link.

Cos’è il West Nile Virus?

Per chi non si fosse informato in precedenza, il West Nile Virus è un virus messo in circolazione dalla zanzara comune notturna (Cluex pipiens). Le zanzare si infettano pungendo gli uccelli, e poi trasmettono il virus all’uomo quando lo pungono. La malattia infatti colpisce i volatili, ma si trasmette anche all’uomo che diventa ospite del virus. L’essere umano, in compenso, anche se infetto non può trasmettere il virus neppure per contatto diretto.

Nei periodi di maggior rischio contagio, il Centro Nazionale Sangue provvede tempestivamente ad allertare i Centri Trasfusionali e le sedi di Raccolta sangue. Come si legge dall’ultima circolare emanata,  l’assenza di nuovi casi nel mese scorso e l’andamento climatico stagionale hanno portato alla decisione di sospendere le misure preventive.

Leggi
Protocollo d'Intesa Anci - Avis Comunali

Aggiornamento Protocollo d’Intesa ANCI – Avis Comunali

Aggiornamento al 21.11.2019

Alle Avis Comunali qualora non abbiate ancora provveduto a stipulare l’accordo con il Comune in seguito a nostra comunicazione del 19 giugno u.s. ricordiamo che:

a seguito della stipula del protocollo di intesa nazionale e regionale con ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) si inoltra la documentazione da condividere con il Comune di appartenenza, al fine di ottenere una lista di nominativi e riferimenti telefonici di cittadini intenzionati a ricevere informazioni sulla donazione (sulla scorta dell’iniziativa dell’AIDO già in vigore da anni).A seguito della stipula del protocollo di intesa nazionale siglato nell’agosto 2018 e la sottoscrizione a livello regionale con ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) si pubblica la documentazione utile alle sedi comunali e da condividere con il Comune di appartenenza, alfine di ottenere una lista di nominativi e riferimenti telefonici di cittadini intenzionati a ricevere informazioni sulla donazione (sulla scorta dell’iniziativa dell’AIDO già in vigore da anni).

Nel caso in cui sia già stato sottoscritto l’accordo sulla base della documentazione precedentemente inviata, sarà necessario contattare il Comune e procedere ad una revisione-integrazione del Protocollo di intesa modificato.

Nello specifico è stata modificato la Bozza di Intesa (doc. 1) e aggiunta l’Informativa per attività promozionali (doc.4)

Si allegano quindi i seguenti documenti da sottoscrivere tra Comune e Avis Comunale:

1 – Bozza protocollo di intesa Comune-AVIS CORRETTA

2 – Dichiarazione di manleva.

3 – Nomina responsabile del trattamento dei dati personali.

4 – Informativa attività promozionali

Attraverso il presente Protocollo, Anci intende sostenere la cultura del dono, in caso di risposta positiva, al cittadino presentatosi presso gli sportelli comunali (Anagrafe, Stato Civile), verrà consegnato un modulo “Scheda raccolta dati” che autorizza l’Avis del Comune ad un primo contatto con l’interessato.

Leggi

Campagna Vaccinale per donatori 2019-2020

Vaccinazione antinfluenzale per i donatori – stagione 2019/2020

Anche quest’anno per i donatori Avis che hanno maturato almeno una donazione negli ultimi 24 mesi è possibile procedere alla vaccinazione gratuita.  La vaccinazione per il donatore è importante perché in questo modo protegge se stesso e può donare con continuità anche durante il periodo invernale. Il giorno della vaccinazione bisogna presentare la tessera del donatore e la tessera sanitaria/cns.

Il donatore si deve rivolgere al proprio Medico di Base per effettuare la vaccinazione.

Nel caso in cui questi non avesse aderito alla campagna vaccinale, si elencano le varie modalità di accesso alle strutture di Brescia e Provincia.

ASST Spedali Civili

Il donatore deve rivolgersi in primis al proprio Medico di Base.

Nel caso in cui questi non avesse aderito alla campagna vaccinale, il singolo donatore deve comunicare il proprio nominativo all’Avis Provinciale entro il 22 novembre 2019 chiamando allo 030/3514411. L’Avis Provinciale  darà in seguito indicazioni agli interessati per procedere alla vaccinazione presso gli ambulatori l’ASST Spedali Civili di Brescia.

ASST Garda

La campagna di vaccinazione antinfluenzale ha avuto inizio il 4 novembre presso gli studi dei Medici di Medicina Generale e Pediatri di Libera Scelta che hanno aderito al progetto. Se il proprio Medico non ha aderito, si può consultare il link con le sedi e gli orari delle vaccinazioni preposti da ASST Garda:

ASST Valtellina – Alto Lario – Valcamonica

Ci si può vaccinare dal proprio Medico di Base e, se questi non ha aderito alla campagna vaccinale, presso gli ambulatori i cui orari e sedi sono consultabili sui siti di:

ASST Franciacorta

Il donatore deve rivolgersi al proprio Medico di Base.

Se il proprio medico non ha aderito, consultare qui per sapere sedi ed orari delle vaccinazioni. 

N.B Per il presidio ospedaliero di CHIARI effettua la vaccinazione anche su appuntamento!

Per prenotare si può chiamare il numero 030/7102222 dalle 10.30 alle 16.00 e chiedere del personale infermieristico. Il giorno della vaccinazione i donatori dovranno sottoscrivere un modulo di consenso previa informativa che sarà loro consegnata. 

Tabella riassuntiva vaccinazione donatori Avis.

IMPORTANTE 

La protezione indotta dal vaccino copre il donatore per un periodo di 6-8 mesi. 

Per questo, oltre alla vaccinazione, ricordiamo le buone norme preventive volte a ridurre il contagio:

  • evitare contatti ravvicinati se ci si sente influenzati (isolamento volontario)
  • coprire naso e bocca in caso di tosse e starnuti (con fazzoletto o mano)
  • trattare/eliminare i fazzoletti
  • lavarsi frequentemente le mani
Leggi

Forza Venite Gente – Musical recitato e cantato dal vivo

Ritornano gli appuntamenti serali nella Sala dei 500 c/o la sede Avis Provinciale Brescia

Sabato 19 ottobre alle ore 20.30 andrà in scena un grande classico

la compagnia “Il sogno nel cassetto”dell’Oratorio S. Domenico Savio di Zocco d’Erbusco diretta dal Diacono Costantino Raineri presenta il Musical Recitato e cantato dal vivo

FORZA VENITE GENTE

di Paulicelli

Con la Regia di Pasquino Sottini

INGRESSO LIBERO PREVIA REGISTRAZIONE ONLINE QUI:

Accesso consentito fino a riempimento sala.

Le adesioni si raccolgono fino al 18 ottobre 2019 alle ore 12.00

Scarica qui la locandina >>>> Forza Venite Gente .

Leggi
Assemblea Provinciale Brescia

Assemblea Avis Provinciale Brescia 2020

E’stata stabilita la data per la prossima Assemblea Provinciale.

Sabato 28 Marzo 2020 a Travagliato c/o Teatro Comunale “Micheletti” in Via Vittorio Emanuele II nr.28

Seguiranno ulteriori indicazioni.

l’85^ Assemblea Nazionale invece sarà ospitata a Perugia, dal 22 al 24 maggio sono attesi oltre 1000 tra delegati e accompagnatori.

Leggi qui il comunicato stampa ufficiale.

Leggi

Servizio Civile Universale

Alla data in cui pubblichiamo questa notizia ci è stato comunicato dai referenti di Servizio Civile Universale in Avis Nazionale e Avis Regionale il mancato finanziamento del progetto di AVIS in Lombardia seppur valutato positivamente e che interessava la nostra sede provinciale, Avis Desenzano e Avis Pavone Mella-Cigole.

Avis Nazionale è già impegnata per risolvere il problema sui tavoli istituzionali dove è parte attiva da alcuni giorni. Dai primi confronti è emerso che la primaria causa di ciò è stata la mancata assegnazione dei 70 milioni di euro (Leggi qui ) e tuttora non ancora destinati, anche a seguito delle vicissitudini politiche che il nostro paese ha affrontato in questo periodo– pertanto il Dipartimento ha ritenuto necessario alzare il punteggio minimo in graduatoria a 65 (rispetto al 56 dello scorso anno – tagliando centinaia di progetti e migliaia di posti in molte realtà del Terzo Settore).

Il Dipartimento confida che entro fine anno venga approvato il decreto per i 70 milioni e quindi la possibilità di un ripescaggio dei progetti con contestuale apertura nuovo Bando. Tecnicamente questo potrebbe significare che la seconda parte dei ragazzi partirà con qualche mese di ritardo ma che le nostre sedi potranno, seppur con qualche mese di attesa, accogliere nuovi volontari di servizio civile.

Leggi